TV Series #1 :: Netflix - i consigli del mese

Buongiorno lettori, finalmente Venerdì! Pronti ad accogliere il weekend?
Quest'oggi si cambia argomento e parliamo di serie tv, un passatempo di cui sono ghiotta, un po' come tutti gli studenti universitari. E per saziare la fame da prossimo episodio, ecco che viene in aiuto Netflix, uno dei servizi streaming più famosi al mondo.

Per questo primo post ho pensato potesse essere carino suggerirvi un paio di titoli che sto seguendo con interesse e che mi stanno piacendo davvero moltissimo!

La prima serie tv che vi consiglio assolutamente è Anne (n.d.a. Chiamatemi Anna, nella versione italiana) che si basa sul romanzo Anna dai capelli rossi di Lucy Maud Montgomery.

Eccovi il trailer ufficiale Netflix, seguito dalla trama (spoiler free, quindi proseguite tranquilli nella lettura del post):

Lifestyle #1 :: My Little Job

Buongiorno lettori!
Il post di oggi si rivolge agli studenti universitari. Quante volte ci siamo trovati ad aver bisogno di trovare un lavoretto temporaneo che non sottragga troppo tempo allo studio ma che allo stesso tempo ci permetta di toglierci qualche sfizio? Soprattutto quando si è fuorisede, i soldi sembrano non bastare mai!
In rete si trovano moltissimi siti che promettono guadagni facili ma che poi, in fin dei conti, pagano poco o niente. Ho pensato quindi che potesse essere una buona idea segnalarvi un servizio che uso con soddisfazione da un po' di tempo: si tratta di My Little Job.


Ci tengo subito a precisare che questo post non è sponsorizzato: ho deciso di scriverlo per riportare la mia esperienza, dato che trovare occasioni di lavoro tramite internet in maniera seria è stato molto difficile, proprio perché raramente gli studenti riportano le proprie esperienze. Ma torniamo a noi.





Il sito è una piattaforma che consente a studenti e aziende di incontrarsi per iniziare una collaborazione temporanea.
La filosofia di My Little Job è molto semplice:
- agli studenti offre la possibilità di svolgere piccoli lavori compatibilmente con i propri impegni e sfruttando le capacità acquisite nel tempo;
- alle aziende permette di assumere, con grande flessibilità, studenti che abbiano i requisiti utili a completare l'incarico.


Recensione #2 :: La sovrana lettrice - A. Bennett

Buongiorno lettori, questa mattina una nuova recensione per voi.
Protagonista indiscussa di questo articolo è - rullo di tamburi - Sua Maestà, La sovrana lettrice di Alan Bennett.
E se lo scorso appuntamento trattatava di un romanzo che non mi è piaciuto, questa volta voglio parlare invece di un libro che vi consiglio.
Come sempre il mio commento è spoiler free!





Trama:

A una cena ufficiale, circostanza che generalmente non si presta a un disinvolto scambio di idee, la regina d'Inghilterra chiede al presidente francese se ha mai letto Jean Genet. Ora, se il personaggio pubblico noto per avere emesso, nella sua carriera, il minor numero di parole arrischia una domanda del genere, qualcosa deve essere successo. Qualcosa in effetti è successo, qualcosa di semplice, ma dalle conseguenze incalcolabili: per un puro accidente, la sovrana ha scoperto la lettura di quegli oggetti strani che sono i libri, non può più farne a meno e cerca di trasmettere il virus a chiunque incontri sul suo cammino. Con quali effetti sul suo entourage, sui suoi sudditi, sui servizi di security e soprattutto sui suoi lettori lo scoprirà solo chi arriverà all'ultima pagina, anzi all'ultima riga.



Recensione #1 :: Il quadro mai dipinto - M. Bisotti

Buongiorno lettori, finalmente riesco a pubblicare la prima recensione sul blog.
Ho scelto di parlarvi di un libro che ho appena finito di leggere con enorme sforzo... dal mio commento, capirete il perché. 
La recensione è spoiler free, quindi anche chi non ha letto il romanzo può continuare senza rovinarsi il finale.




Trama:

Patrick è un insegnante e un pittore con l'ossessione per la perfezione. In una mattina di giugno entra per l'ultima lezione nella sua aula dell'Accademia di Belle Arti. È pronto a lasciare Roma per ripartire da zero a Venezia, città fatta d'acqua e d'incanto. Si congeda dai suoi allievi, lasciando loro un messaggio d'addio che è anche un testamento spirituale: «Credete sempre nelle emozioni, credete nell'amore, senza avere paura di sbagliare perché a volte sono proprio gli errori a portarci alla felicità». Torna a casa e prima di partire decide di andare una volta ancora in soffitta per dare un ultimo sguardo al quadro che ritrae la donna che ha molto amato, la donna il cui ricordo porta sempre con sé. Ma, quando scopre la tela, la vede vuota: la donna sembra avere abbandonato il quadro. Sgomento, Patrick copre nuovamente il dipinto. In fretta e furia abbandona la soffitta e Roma, e corre all'aeroporto. Durante il volo, però, batte la testa e all'arrivo si ritrova confuso, non riesce a ricordare bene il motivo per cui è partito. Ma in tasca ha un biglietto con un indirizzo e un nome: "Residenza Punto Feliz". Si recherà là e troverà una nuova e strana famiglia pronta ad accoglierlo. Miguel, il proprietario della pensione, uno spagnolo saggio cui è facile affidarsi; Vince, gondoliere con il cuore spezzato da un amore andato male; e il piccolo Enrique, curioso ed entusiasta come solo i bambini sanno essere. La nuova vita di Patrick scorre tra amnesie e scoperte, finché a una festa incontra Raquel e non ha dubbi: è lei, la donna che è fuggita dal suo quadro. Dopo il clamoroso successo del suo romanzo d'esordio, La luna blu, Massimo Bisotti torna a emozionare i lettori con la sua prosa magica che sembra poesia, fatta di sentimenti e illuminazioni improvvise sull'animo umano. Un libro indimenticabile, sul perdersi e il ritrovarsi, sulla memoria e l'accettazione di se stessi, sull'importanza di restare fedeli al precetto più vero e necessario: "mai controcuore".


TBR List - Maggio 2017

Buongiorno lettori, oggi si parla di libri e, più precisamente, ho deciso di pubblicare la mia TBR list per il mese di Maggio.

Essendo un mese particolarmente intenso, sia perché si avvicina la prossima sessione d'esami, sia perché ho moltissimi impegni sportivi in questo periodo, la mia lista di libri che vorrei riuscire a leggere nel corso del mese è molto ridotta.


Il primo libro che va a comporre la pila sul comodino è L'avaro di Mayfair di Marion Chesney, il primo volume della serie 67 Clarges Street.




Una casa iellata, la servitù alla fame, un povero scozzese che non ha più soldi per sopravvivere ma che in compenso si trova affidata una ragazza bellissima e apparentemente molto sprovveduta. Troveranno questi elementi il modo di combinarsi? Alla fine dell'inverno del 1807, al signor Roderick Sinclair, avvinazzato e povero, muore il fratello, che gli lascia "in eredità" la sua pupilla, Fiona, da lui adottata in un orfanotrofio. La ragazza è bellissima e di un'ingenuità estrema e l'unico modo che Sinclair vede per fare soldi da questa strana situazione è quello di portarla a Londra e farle fare un ricco matrimonio. Affitta quindi 67 Clarges Street, una casa talmente iellata da avere un costo basso. Quasi subito Fiona si dimostra meno ingenua del previsto e la servitù capisce che un modo per vivere meglio è quello di aiutare la ragazza a realizzare il proprio sogno. 


Music #1 :: The Great Gatsby - Soundtrack

Buongiorno lettori,

oggi vi voglio parlare di musica e il primo cd scelto per l'occasione è la colonna sonora di uno dei capolavori diretti da Baz Luhrmann "The great Gatsby".
Premesso che adoro gli Anni '20 (i mitici Roaring Twenties!) e ho letto il libro "Il grande Gatsby" ben prima di vedere il film, ho trovato la regia di Luhrmann perfetta: magistrale l'interpretazione di Leonardo DiCaprio, geniale la fotografia e meravigliosa e azzeccatissima la colonna sonora, tema centrale di questo post.


 



Benvenuti

Buon pomeriggio lettori, la settimana inizia col primissimo post sul blog che ha però ufficialmente aperto i battenti Sabato scorso! Le cose da fare sono ancora tante, per ora mi sono limitata a scegliere una grafica, sistemare la barra laterale, preparare un header (che ancora non mi soddisfa del tutto), creare i collegamenti social e scrivere le pagine fondamentali, per cominciare a popolare il sito di qualcosa da leggere.

Vorrei riuscire a far diventare questo angolino un posto dove scambiarci opinioni sui libri (e non solo!) e dove ricevere consigli di lettura. A breve penso pubblicherò anche la mia TBR list, in parte già consultabile su GoodReads, il social letterario che uso maggiormente.

Per conoscermi meglio, vi invito a curiosare nella pagina About e... a presto con i prossimi articoli!